Adult Stories Forum

Go Back   Adult Stories Forum Historias de sexo italiano Anal

Reply
 
LinkBack Thread Tools Search this Thread Display Modes
DurumOffline
No Avatar
Uyarı:
Profil detaylarını görmek için üye girişi yapmalısınız

Üyeliğiniz bulunmuyorsa Kayıt ol linkine tıklayarak kayıt olabilirsiniz.

Mogliettina di provincia

 
Post #1


Mogliettina di provincia
Ero arrivato da poco in quel paesino tra Modena e Reggio, avevo pochi svaghi e poche amicizie.
cosi, ogni tanto, alla sera, mi capitava di andare a correre in un posto molto bello ed abbastanza frequentato.
Fu proprio lì che notai Lei, una splendida donna della mia età ( intorno ai trenta), spesso cercavo di stare al suo passo ed alla giusta distanza per sentire la scia del suo profumo e vedere il suo splendido sedere ciondolare ritmicamente davanti a me. Ovviamente dovevo stare attento... non volevo che tutto il paese si facesse strani pensieri.

Una sera, rientrando a casa più tardi del solito, la vidi per strada, di ritorno dalla corsa, andava nella mia stessa direzione e quindi mi persi nuovamente nel suo profumo e sui suoi splendidi fianchi.
Fui richiamato all'attenzione da un colpo di clacson, mi girai, una bella macchina sportiva su stava parcheggiando poco più avanti, al suo interno un uomo sulla trentina con pochi capelli e molta pancia, insieme a quello che scoprii poco dopo essere figlio della bella podista e del panzone macchinato.
immaginate la mia sorpresa quando, giorni dopo,scoprii che la coppia viveva nel mio palazzo.

inizia immediatamente a pensare a come fare per entrare in contatto con la splendida podista, dato che, oltre ad essere molto più bella del marito, li sentivo spesso litigare e mai scopare... particolare che mi dava diverse speranze.

Fu così che passarono mesi, tra incontri casuali durante le ns corse e incontri al portone di casa, da parte mia lanciavo sguardi decisamente eloquenti che lei non sembrava sgradire.

l'occasione arrivò una sera d'estate, dopo una lunga litigata con il marito sentii lui sbattere la porta e gridare che sarebbe andato da sua madre con loro figlio, le grido che così finalmente sarebbe stata libera di scoparsi tutto il vicinato...
la cosa mi turbo' non poco, mi ero fatto un'immagine del tutto diversa di lei... ma sapevo che poteva trattarsi anche solo di un insulto buttato lì dal marito arrabbiato.

Fatto sta che, preso da un'incontenibile desiderio di parlarle, presi le scale e scesi al piano di sotto, bussai alla porta della meravigliosa vicina senza rendermene conto.. in pratica mi risvegliai appena lei apri' la porta... aveva gli occhi rossi dal pianto, i capelli spettinati e la faccia rossa ma, forse credendo che fossero figlio e marito, venne ad aprirmi con un paio di short elasticizzati ed un reggiseno sportivo che metteva in risalto la sua quarta abbondante ed i suoi fianchi e le sue cosce rotonde ma sode.... dovetti resistere con tutto me stesso per non spalancare la bocca... le chiesi se fosse tutto ok, che avevo sentito urlare e mi ero preoccupato, lei mi disse che era tutto a posto, solo un brutto litigio con il marito, così mi scusai per il disturbo e le dissi che se avesse avuto bisogno mi avrebbe trovato al piano di sopra, ci presentammo e così scoprii il suo nome: Elena, durante la stretta di mano la fissai negli occhi e notai un'alone triste ma allo stesso tempo una scintilla particolare.

la sera dopo, tornato a casa mi feci una doccia e quando avevo finito di asciugarmi i capelli sentii suonare il campanello, mi infilai un paio di mutande e dei pantaloni corti ed andai a vedere chi fosse... era lei, jeans stretti e camicia bianca, sotto un reggiseno imbottito con i bordi fucsia che ben si intravedevano dalla maglietta... aprii e lei fece una faccia stupita, ero a petto nudo, così le chiesi scusa e le spiegai che ero appena uscito dalla doccia, la invitai ad entrare.
lei esito' ma poi si convinse, appena dentro scopppio' a piangere, mi confido' che da Bologna, dopo la nascita del figlio, si erano spostati in quel paesino di campagna per farsi aiutare da sua suocera, la quale non perdeva occasione per denigrarla davanti al marito... riferendogli anche le chiacchiere dei vecchi porci del bar, che a quanto pare e non ne dubito, la commentavano in modo spinto.
Questi aveva alimentato ancora di più la gelosia del marito... che ora era convinto che lei lo tradisse con chiunque...

Diciamo che la conversazione, seppur fosse sempre lo sfogo di una donna disperata, iniziava a prendere una piega interessante e iniziai quindi a stuzzicarla... le dissi che probabilmente suo marito non si sentiva sicuro a letto e quindi la sua frustrazione lo portava a questo, che lei non aveva colpa.
lei mi rispose che non l'aveva mai vista da quel punto di vista.., e con grande sorpresa mi rivelo' che i rapporti con suo marito non andavano granché bene... lui era fuori forma e poco dotato... a quel punto si risvegliò bruscamente.. divenne rossa e inizio a scusarsi, mi disse che si sentiva tanto sola e che io ero la prima persona che si fosse interessata a lei, dialogando normalmente, in quel paesino sperduto... mi disse che si era sentita libera di parlarmi dei suoi problemi... ma che non avrebbe dovuto rivelare certi particolari.
A quel punto colsi la palla al balzo e le dissi di non preoccuparsi, che capivo come si sentiva e che anche io ero arrivato lì da poco e non mi trovavo granché bene... così lei si mise a sparlare di tutto il paese, raccontando di come erano bigotti e ficcanaso... la interromperti bruscamente... la guardai dritta negli occhi e le dissi: sarebbe bello fargliela sotto il naso a questa banda di provinciali, pensa... una madre di famiglia che si intrattiene con un aitante ragazzone single, per giunta suo vicino di casa... lei mi guardo con uno sguardo di fuoco... tra l'eccitato e l'arrabbiato, così feci una risata e le dissi che forse anche io mi ero lasciato un po' troppo andare... lei mi si buttò addosso ed in un attimo le nostre lingue si intrecciarono e sentii il suo seno appoggiarsi al mio petto, iniziai a stringerle forte i fianchi ed a spingere il mio pube verso il suo, avevo un'erezione evidente e lei sembrava gradire... mi spinse indietro e guardandomi il pacco mi disse: saranno 6 anni che prendo solo quello di mio marito... e grosso così non ne ho mai nemmeno visti... ci sarà da faticare... CONTINUA
02-18-2024, at 09:09 AM
Alıntı
Reply

Thread Tools Search this Thread
Search this Thread:

Advanced Search
Display Modes



Powered by vBulletin® Version 3.8.11
Copyright ©2000 - 2024, vBulletin Solutions Inc.
etimesgut escort beylikduzu escort izmir escort izmir escort izmir escort istanbulblog.info sincan escort etlik escort Anadolu Yakası Escort Kartal escort Kurtköy escort Maltepe escort Pendik escort Kartal escort sincan escort dikmen escort altyazılı porno şişli escort mecidiyeköy escort beşiktaş escort escort istanbul ataköy escort bursa escort bursa escort bursa escort bursa escort bursa escort alt yazılı porno Casibom Casibom Giriş Casibom Casibom Yeni Giriş Onwin giriş gaziantep escort bayan gaziantep escort seks hikayeleri gaziantep escort Canlı bahis siteleri escort escort escort travestileri travestileri Escort Escort bayan Escort bayan bahisu.com girisbahis.com etlik escort etimesgut escort Ankara escort bayan Escort ankara Escort ankara Escort eryaman Keçiören escort Escort ankara Sincan escort bayan Çankaya escort bayan etimesgut escort eryaman escort antalya rus escort